ECONOMEDIA  
Economic Analysis and Communication Institute
Ultimissime: 

Lavoro

Cerca nelle News



Evasione. Per il fisco ci sono 8 Italie. Napoli, Caserta e Salerno (e un pò tutto il Sud) a "rischio totale"

L'Italia per il fisco può essere divisa in otto aree: da "Rischio totale" a quelle in cui "Stanno tutti bene". Lo studio dell'Agenzia delle Entrate, con suggestivi nomi di film per ogni gruppo, accomuna le province per indicatori di fisco, criminalità ed economia. Sono quindi 11,2 milioni gli italiani che vivono in province ad alta "pericolosità fiscale", seguiti da 9,4 milioni a rischio medio alto, come chi risiede nelle aree di Roma e Milano.
La scala tonale della mappa tracciata sulla penisola italiana dagli esperti dell'Agenzia delle Entrate ha tantissime sfumature: passa per le aree a basso sviluppo ed alta evasione ("Niente da dichiarare?" è il nome del gruppo) a quelle con molte attività manifatturiere ("L'industriale"), dalle province "Equilibriste" alle due aree metropolitane di Roma e Milano ("Metropolis"), per esaminare anche i due gruppi "Rischiose abitudini" e "Non siamo angeli", quest'ultima con un tasso di pericolosità fiscale intermedia, ma non certo ottimale.

Non solo brutte notizie: ci sono circa 23,3 milioni di cittadini che abitano in province che il fisco considera tranquille: sono il gruppo "Industriale" e "Stanno tutti bene", nelle quali la pericolosità fiscale è bassissima così come il rischio sociale: in ordine alfabetico spaziano da Aosta a Udine ma riguardano province del centro nord spesso lontane dai grandi centri.

Ecco, provincia per provincia, i risultati dello studio.

- RISCHIO TOTALE: (11,2 mln di residenti - pericolosita' fiscale 5, pericolosita' sociale 5, tenore di vita 1) Agrigento, Brindisi, Caltanissetta, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Foggia, Frosinone, Lecce, Napoli, Ragusa, Reggio, Calabria, Salerno, Trapani, Vibo Valentia, Barletta-Andria-Trani;

- METROPOLIS: (7,1 mln di residenti - pericolosita' fiscale 4, pericolosita' sociale 4 , tenore di vita 5 ) Roma, Milano;

- NIENTE DA DICHIARARE?: (2,3 mln di residenti - pericolosita' fiscale 4, pericolosita' sociale 2 , tenore di vita 1 ) Avellino, Benevento, Campobasso, Enna, Isernia, Matera, Nuoro, Oristano, Potenza, Rieti, Ogliastra;

- RISCHIOSE ABITUDINI: (4,0 mln di residenti - pericolosita' fiscale 3, pericolosita' sociale 4, tenore di vita 3) Grosseto, Imperia, La Spezia, Latina, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pescara, Pisa, Pistoia, Prato, Rimini, Savona;

- NON SIAMO ANGELI: (6,5 mln di residenti - pericolosita' fiscale 3, pericolosita' sociale 3, tenore di vita 2) Bari, Cagliari, Catania, Messina, Palermo, Sassari, Siracusa, Taranto, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Olbia-Tempio;

- GLI EQUILIBRISTI: (5,3 mln di residenti - pericolosita' fiscale 3, pericolosita' sociale 2, tenore di vita 3) Arezzo, Ascoli Piceno, Asti, Chieti, Ferrara, L'Aquila, Macerata, Novara, Perugia, Pesaro e Urbino, Teramo, Terni, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Viterbo, Fermo;

- INDUSTRIALE: (14,3 mln di residenti - pericolosita' fiscale 1, pericolosita' sociale 3, tenore di vita 4) Ancona, Bergamo, Bologna, Brescia, Firenze, Genova, Padova, Torino, Treviso, Trieste, Varese, Venezia, Verona, Vicenza, Monza e della Brianza;

- STANNO TUTTI BENE: (9,0 mln di residenti - pericolosita' fiscale 1, pericolosita' sociale 1, tenore di vita 4) Aosta, Belluno, Biella, Bolzano, Como, Cremona, Cuneo, Forli'-Cesena, Gorizia, Lecco, Lodi, Mantova, Modena, Parma, Pavia, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rovigo, Siena, Sondrio, Trento, Udine.
(da TgCom24)

© Copyright 1995-2009 EconoMedia - Economic Analysis and Communication Institute